Dopo mesi di attesa, Xiaomi ha finalmente svelato il successore di Xiaomi Mi 11 Ultra. L’azienda cinese ha preferito integrare il suo modello “ultra-premium” in una nuova gamma, nominandolo così Xiaomi 12S Ultra ed insieme ai nuovi Xiaomi 12S e 12S Pro.

Questo nuovo modello è dotato di un chip migliore rispetto alla classica gamma Xiaomi 12. Eredita uno Snapdragon 8+ Gen 1, da cui ci aspettiamo molto, soprattutto in termini di gestione del calore, uno dei grossi aspetti negativi degli Xiaomi 12 e 12 Pro.

Un modulo fotografico completamente rotondo

Il telefono sfoggia un design audace con un modulo fotografico titanico dalla forma rotonda e dall’aspetto piuttosto “spesso”. La parte posteriore del telefono sembra adottare un rivestimento in ecopelle dall’effetto “wow”. Non passerà invece inosservato il suo peso con 225 grammi sulla bilancia e le dimensioni particolarmente generose: 163,17 x 74,92 x 9,06 mm.

A distinguersi dalla massa c’è l’aggiunta della scritta Leica in alto a sinistra del blocco fotografico. Era uno dei punti più attesi del nuovo modello Ultra di Xiaomi, ed ora è confermato, lo Xiaomi 12S Ultra inaugura infatti una partnership con il produttore di fotocamere e ottiche Leica. Per il momento, questa partnership sembra sfociare principalmente in filtri dedicati, lavori sulla colorimetria e rivestimenti antiriflesso sulle lenti.

La configurazione fotografica si preannuncia ovviamente di alto livello, a cominciare dal suo sensore principale, il Sony IMX989, che riesce a raggiungere la dimensione di 1 pollice. Si tratta quindi del secondo smartphone a integrare un sensore così ampio dopo il Sony Xperia Pro-I con una definizione di 50,3 Megapixel, che fornisce scatti di 12,5 Megapixel. Questo modulo fotografico principale offrirà una lunghezza focale di 23 mm (f /1,9).

Non poteva poi mancare la presenza di un teleobiettivo. Ecco così un periscopio da 120 mm (f/4.1) con un sensore da 48 Megapixel da mezzo pollice (Sony IMX586).

Passando all’ultragrandangolare, con un modulo da 13 mm (f/2.2), questo condivide lo stesso sensore del teleobiettivo. La fotocamera selfie mostra 32 Megapixel con un sensore RGBW.

Gallery

Il resto della scheda tecnica

Per una volta, lo smartphone più costoso di una gamma non è quello con le migliori specifiche tecniche. Infatti, lo Xiaomi 12S Ultra fornisce solo una carica di 67 W (50 W wireless) per la sua batteria da 4.860 mAh, mentre la versione 12S Pro arriva fino a 120W con una batteria da 4.600 mAh.

Lo schermo è un pannello da 6,73 pollici, LTPO 2.0 (con refresh rate da 1 a 120 Hz), con definizione QHD, ovvero un ppi di 522. La luminosità massima promessa è di 1500 cd/m². È compatibile con HDR 10+, HDR 10, Dolby Vision.

Per continuare sulla parte multimediale, lo Xiaomi 12S Ultra ovviamente continua la partnership con Harman Kardon e integra così due altoparlanti stereo compatibili con Dolby Atmos. Abbastanza per sfruttare le piattaforme SVoD .

Tanto più che la parte di connessione promette ovviamente il meglio con WiFi 6, 5G 4X4 MIMO e Bluetooth 5.2.

Segnaliamo poi una certificazione IP68 che lo protegge al meglio da acqua e polvere. Arriverà anche con MIUI 13 (Android 12).

Prezzo e uscita

Il telefono sarà disponibile in tre versioni, 8+256 GB, 12+256 GB e 12+512 GB. I prezzi saranno rispettivamente di 5.999, 6.499 e 6.999 yuan, cioé 857, 929 e 1.000 euro se facciamo una semplice conversione. Ma al momento i prezzi italiani non sono ancora stati resi noti, così come non è stata ufficializzata la data di uscita per il mercato italiano.

L’articolo Xiaomi 12S Ultra ufficiale: sensore da 1 pollice in partnership con Leica, schermo QHD e Snapdragon 8+ Gen 1 sembra essere il primo su Cellulare Magazine.