La saga dell’USB-C in Europa continua per la sua strada e ha finalmente un termine ufficiale. L’Unione Europea ha ora fissato una scadenza per i produttori: 28 dicembre 2024.

Come sottolinea The Verge, questa informazione è desumibile dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale della direttiva relativa all’USB-C. Venti giorni dopo la pubblicazione, la legge entra ufficialmente in vigore, dando agli Stati membri fino a 24 mesi per recepirla nella loro legislazione nazionale. Si tratta di un passo importante, perché finora la data ufficiale era rimasta molto vaga. Si era parlato dell’autunno 2024, così come della fine del 2024.

L’iPhone non aspetterà fino al 2024

Sappiamo che Apple non sarà in grado di aggirare la legge e dovrà rispettarla, rimane da sciogliere il nodo di quando e in quale forma.

Per la domanda sul quando, ora sappiamo che Apple potrebbe attendere fino all’uscita dei suoi nuovi modelli nel 2025, per passare all’USB-C tutta la sua gamma. Questo teoricamente ci porterebbe fino all’iPhone 17. Tuttavia, alcune voci indicano un passaggio a USB-C dall’iPhone 15 ma sarebbe inizialmente riservata ai modelli Pro. Si noti inoltre che la legislazione non impedisce teoricamente l’esistenza di un iPhone wireless al 100%.

Ovviamente, Apple non è l’unico produttore preso di mira da questo standard, l’obiettivo è proprio che l’intero settore trasmetta la stessa porta di ricarica e trasferimento dati. Non riguarderà solo smartphone, ma anche tablet, fotocamere digitali, cuffie wireless e console portatili. I PC potrebbero seguire dal 2026.

L’articolo Apple potrebbe attendere fino all’iPhone 17 per passare al Type C sembra essere il primo su Cellulare Magazine.