Zucchi e la carta d’identità digitale dell’olio
Zucchi e la carta d’identità digitale dell’olio

Arriva l’olio con la carta d’identità digitale. Grazie all’utilizzo del QR Code, che diventa un prezioso alleato per noi consumatori nel controllo della tracciabilità e della trasparenza della filiera. Oleificio Zucchi fin dal 2015 ha scelto di investire in questo senso. Creando una filiera tracciata che il consumatore può conoscere in modo semplice e veloce proprio grazie al QR Code posto sulle etichette dei prodotti a marchio Zucchi. Che hanno una gamma oli da semi 100% italiani e gamma oli extra vergine d’oliva sostenibili.

La carta d’identità digitale dell’Olio Zucchi

QR significa “quick response”, “risposta rapida”: la velocità con la quale vengono restituite le informazioni è quindi un aspetto fondamentale quando si parla di questo genere di codici. Che possono contenere un grande quantitativo di dati. Scansionando un QR Code tramite uno smartphone o un tablet è possibile accedere in pochi istanti ad una serie di dati, che possono ad esempio essere contenuti all’interno di un sito web.

Per dare la possibilità al consumatore di conoscere tutti i dettagli relativi alla sua bottiglia di olio, i prodotti a marchio Zucchi provenienti da filiera tracciata sono dotati di QR Code. Scansionandolo e successivamente inserendo il numero di lotto presente sulla bottiglia, si accede alla pagina dedicata alla “carta d’identità” dell’olio.

Le informazione nel QR Code

Oltre a conoscere il Paese, la Regione, la Provincia da cui provengono le materie prime, per l’extra vergine è possibile anche sapere altr informazioni. Per esempio quali sono le cultivar prevalenti che hanno dato origine all’Olio Extra Vergine di Oliva contenuto nella bottiglia e le loro caratteristiche. Nonché tutti i parametri specifici legati alla sostenibilità.

Un risultato possibile anche grazie ad un progetto di digitalizzazione (il cosiddetto progetto “Filiera 4.0”). Primo esempio innovativo nell’agroalimentare in grado di valorizzare in maniera inequivocabile la tracciabilità dell’origine e la sostenibilità (ambientale, sociale, economica). Ed anche gli aspetti di prodotto relativi alle caratteristiche nutrizionali e salutistiche dell’olio extravergine da olive.

I vantaggi

Il QR Code è molto utile per il consumatore, proprio per la sua capacità di contenere un grande quantitativo di dati, a differenza ad esempio del codice a barre. Inoltre, non occorrono strumenti tecnici particolari per leggerlo, ma è sufficiente un semplice smartphone. Questo permette a chiunque, al giorno d’oggi, di accedere con facilità ai contenuti, ovunque ci si trovi.

Accedere al sito Zucchi attraverso il QR Code posto sulle bottiglie, quindi, permette di conoscere nel dettaglio il prodotto acquistato o che si sta per acquistare. Una tutela del consumatore, che risponde alla crescente attenzione non solo per la qualità del prodotto, ma anche per la sua origine. Per conoscere i dettagli del progetto di sostenibilità e tracciabilità si può accedere a questo sito.

L’articolo Zucchi e la carta d’identità digitale dell’olio proviene da Tra me & Tech.