In areoporto l’identità biometrica al posto della carta d’imbarco
In areoporto l’identità biometrica al posto della carta d’imbarco

I clienti “frequent flyer” delle 26 compagnie aeree della Star Alliance potranno d’ora in poi utilizzare la loro identità biometrica negli aeroporti e con le aerolinee legate dall’alleanza. Questo sarà possibile grazie a un accordo stretto da Star Alliance con SITA, fornitore di tecnologia per il trasporto aereo. E con NEC Corporation, con l’obiettivo di accelerare la disponibilità di touchpoint biometrici self-service e offrire un’esperienza in aeroporto più veloce e touchless.

In aereoporto si vola con l’ndentità biometrica al posto del biglietto

Basandosi sulla presenza globale di SITA e NEC, Star Alliance potrà rapidamente implementare in tutto il mondo l’offerta ai passeggeri. Con soluzioni biometriche per la gestione delle operazioni propedeutiche al volo e l’attivazione in parallelo più progetti che sfruttino questa tecnologia. In particolare, collegandosi alla soluzione SITA Smart Path, la piattaforma Star Alliance Biometrics potrà utilizzare l’infrastruttura aeroportuale condivisa di SITA, già disponibile in più di 460 scali.

SITA Smart Path si integra agevolmente alla piattaforma NEC I:Delight. Che consente di identificare rapidamente e in modo accurato i passeggeri che hanno utilizzato il servizio, anche se sono in movimento. Già usata dai membri di Star Alliance in diversi aeroporti europei, è in grado di riconoscere i passeggeri anche quando indossano la mascherina. Funzione sempre più importante per viaggiare in questo periodo pandemico.

Star Alliance Biometrics richiede la registrazione un’unica volta. Dopo, i passeggeri possono superare i touchpoint biometrici di diverse compagnie aeree membri e aeroporti usando il volto come carta d’imbarco.

Le parole dei protagonisti

Jeffrey Goh, CEO di Star Alliance, ha dichiarato: “Questo accordo è fondamentale per  rispondere all’esigenza dei passeggeri di un’esperienza sempre più touchless. Nonché  sicura dal punto di vista sanitario attraverso tutte le compagnie aeree membri della nostra alleanza. La biometria è un elemento chiave di quell’esperienza e della nostra strategia di essere all’avanguardia nel rendere il viaggio dei passeggeri sempre più digitale”.

Per Barbara Dalibard, CEO di SITA, “i passeggeri da tempo hanno dato il benvenuto ai vantaggi in termini di controllo e velocità che l’automazione porta al viaggio. E  questa tendenza è stata accelerata dal Covid-19. Con questo accordo i benefici dell’identità biometrica saranno estesi da una singola compagnia aerea o viaggio a un ampio network di aerolinee”.

Infine Masakazu Yamashina, Executive Vice President di NEC Corporation, ha affermato: “NEC è onorata di prender parte a questa partnership con Star Alliance e SITA. Mentre gli effetti del Covid continuano, noi siamo lieti di contribuire a dei viaggi touchless e senza intoppi”.

In questo articolo abbiamo invece parlato di carburante sostenibile per i voli.

L’articolo In areoporto l’identità biometrica al posto della carta d’imbarco proviene da Tra me & Tech.