Dall’inizio del 2021, l’intero mercato tecnologico è preoccupato per la carenza di componenti. La produzione nel settore è stata fortemente minacciata nel 2020 a causa della crisi sanitaria dovuta alla pandemia Covid-19 e gli effetti sembrano essere destinati a durare. Non a caso, due aziende del calibro di Apple e Samsung sono in difficoltà.

Infatti, come riporta Reuters, gli impianti di produzione in Vietnam sono attualmente inattivi. Il Paese sta vivendo un picco di contagi da Covid-19 con alcune zone come la capitale Hanoi che ha deciso di chiudere di nuovo i ristoranti e vietare le riunioni.

Fabbriche inattive

Reuters cita quattro fonti del settore secondo cui le linee di produzione sono state colpite, comprese quelle che riforniscono Apple e Samsung. Un fornitore dell’azienda della mela ha così suddiviso la propria forza lavoro in due turni su fasce orarie diverse come “ soluzione temporanea per due settimane”.

Il Vietnam produce la metà degli smartphone e dei tablet Samsung. Inoltre, la sudcoreana e la sua concorrente Apple non sono gli unici colossi a dipendere da queste fabbriche.

Difficoltà in arrivo

“Le piccole e medie imprese delle province di Bac Ninh e Bac Giang hanno difficoltà a operare. Sembra che molte aziende coreane, inclusi grandi nomi come Samsung, potrebbero incontrare difficoltà molto presto se verranno applicate misure più rigorose”, ha affermato un rappresentante della Camera di commercio coreana in Vietnam.

Un portavoce Samsung nel frattempo ha assicurato che l’azienda sta facendo di tutto per rispettare le condizioni di protezione, riducendo al minimo l’impatto sulla produzione.

L’articolo Apple e Samsung sono ancora alle prese con la crisi delle forniture sembra essere il primo su Cellulare Magazine.