A febbraio, Google ha presentato la prima Developer Preview di Android 12, la futura versione del suo sistema operativo mobile noto internamente anche con il nome nel codice Snow Cone. Come suggerisce il nome, questa versione è per il momento destinata agli sviluppatori in modo che possano adattare le loro app.

Ieri, invece, c’è stato l’annuncio ufficiale che ha sviscerato tutte le principali novità. Scopriamole insieme!

Maggiore sicurezza

“La privacy è al centro di tutto ciò che facciamo e, in Android 12, continuiamo a offrire agli utenti maggiore trasparenza e controllo tenendo al sicuro i loro dispositivi e dati”, afferma Google. Diverse modifiche sono state apportate all’interno del sistema a tal proposito.

Il WebView è stato quindi rivisto al fine di migliorare la trasparenza dell’uso dei cookie attraverso i siti con un funzionamento simile a quello che offre i vari browser. Chrome è in cima a questa lista.

Gli sviluppatori dovranno anche essere più trasparenti perché Android 12 richiede maggiore trasparenza. Ad esempio, ora è impossibile per un’app in background avviare un servizio in primo piano mentre l’indirizzo MAC del telefono non sarà più accessibile da un’app.

Migliore esperienza utente

La Developer Preview 3 di Android 12 ha portato alcuni piccoli ritocchi estetici con molte più curve all’interno delle finestre del sistema. Questo è particolarmente vero sulla barra del volume più grande, ma anche con lo schermo multitasking, con i widget o con schermate pop-up nelle impostazioni. Gli angoli di queste finestre sono ora molto più arrotondati.

Android 12 introduce un nuovo livello di decodifica video per far funzionare i formati video HEVC e AVC a tutti i livelli del sistema, comprese le applicazioni che non lo supportano in modo nativo. L’utilizzo di questo formato migliora la compressione dei file e, in definitiva, consente di risparmiare spazio di archiviazione.

Per le immagini fisse, il sistema aggiunge il supporto per il formato AV1 Image File (AVIF). Ciò si traduce in una qualità dell’immagine molto più elevata rispetto a una dimensione equivalente.

Con Android 12, le app possono ora utilizzare le vibrazioni del feedback tattile per creare un’esperienza audio più coinvolgente. Ad esempio, l’app di videochiamata potrebbe integrare suonerie personalizzate per identificare un chiamante tramite feedback tattile.

L’audio spaziale è supportato anche per gestire fino a 24 canali audio (dagli otto precedenti)

Migliore gestione dei collegamenti verificati

Attualmente, se si apre un collegamento a Twitter dall’app di Facebook, Android chiederà se si intende aprire il collegamento con l’app di Twitter o tramite il browser. Il DP3 di Android 12 ha semplificato il processo automatizzando questo sistema. Quindi, se hai l’apposita applicazione installata sullo smartphone, i collegamenti si apriranno automaticamente nell’applicazione, senza passare dal browser Internet del telefono.

Nuove notifiche

La visualizzazione delle notifiche è stata rivista per portare un tocco di modernità per una riprogettazione generale con effetti di trasparenza e nuove icone, transizioni e animazioni riviste.

Inoltre, Android 12 indicherà il numero di notifiche raggruppate all’interno dello stesso gruppo di notifiche con un piccolo contatore. Comodo per sapere quante sono state ricevute senza dover scorrere la lista. 

Gestione dei widget semplificata

Per semplificare la ricerca dei widget, la schermata di selezione ora mostra un elenco di diverse app. Ognuna di esse può quindi essere aperta per rivelare i diversi widget disponibili, organizzati sotto forma di un carosello orizzontale.

Modalità gaming

Come molti altri marchi, Google ha integrato un nuovo menu di gioco in Android 12 DP2. Sebbene non sia disponibile per l’impostazione predefinita, questa schermata consente di gestire rapidamente alcune impostazioni del telefono, come l’attivazione della modalità Non disturbare o un’opzione “FPS” che dovrebbe migliorare le prestazioni di gioco. È inoltre possibile accedere rapidamente allo streaming su YouTube, acquisire uno screenshot o registrare lo schermo.

Condivisione WiFi semplice

Per facilitare la condivisione del codice WiFi, Android 12 integra un sistema QR Code direttamente dal menu delle impostazioni WiFi. Ancora più semplice, è possibile utilizzare la condivisione di prossimità per consentire a chiunque di connettersi con pochi clic senza dover copiare il codice o scansionare nulla.

Picture in Picture

L’interfaccia Picture in Picture è stata migliorata in Android 12: con un singolo clic sulla finestra mobile visualizza i controlli del lettore video mentre un doppio clic ingrandisce la finestra. Fino ad ora, un singolo clic eseguiva entrambe queste azioni mentre un doppio clic riportava il video a schermo intero.

È anche possibile nascondere temporaneamente la finestra mobile per consultare facilmente il contenuto.

Modalità a una mano

Con Android 12 DP2, Google ha integrato una modalità a una mano molto vicina a quella che Apple offre su iPhone: facendo scorrere il dito verso il basso sulla barra di navigazione nella parte inferiore dello schermo, il display si restringe e scende nella metà inferiore dello schermo. Lo schermo torna automaticamente alla sua dimensione normale dopo alcuni secondi di attività (o facendo il gesto opposto).

Screenshot estesi

Già disponibile su molti smartphone, lo screenshot esteso fa una timida apparizione su Android 12 anche se non sarà attiva di default al lancio.

Aggiornamenti delle app

Nell’ambito del Progetto Mainline pensato per separare in blocchi gli aggiornamenti delle app, Android 12 integra il modulo ART nel sistema Google Play in modo da sprecare meno dati.

Anche i diversi formati del dispositivo sono gestiti meglio. Dopo l’ottimizzazione del formato tablet e quello degli smartphone con schermo pieghevole, è il turno dei televisori ad averne diritto. Quindi, è disponibile anche l’anteprima di Android 12 per Android TV per migliorare l’esperienza delle applicazioni su questa piattaforma.

Uscita 

Come sempre, l’Android 12 Developer Preview è attualmente disponibile solo per gli ultimi telefoni Google. È quindi possibile installarlo sui seguenti smartphone:

Pixel 5Pixel 4a e 4a 5GPixel 4 e 4 XLPixel 3a e 3a XLPixel 3 e 3 XL

Altri dispositivi dovrebbero essere compatibili dalla prima beta prevista per maggio. Per gli altri dovremo aspettare ancora diversi mesi …

L’articolo Android 12 è ufficiale: tutte le novità e smartphone compatibili con l’aggiornamento sembra essere il primo su Cellulare Magazine.