Google ha annunciato ieri sera una nuova Chromecast con cui ha avuto l’occasione per presentare il proprio servizio Google TV pronto a sostituire Android TV entro due anni. Durante questo periodo, i due servizi coesisteranno anche se Google promuoverà l’implementazione di Google TV su quanti più dispositivi possibili a partire dal 2021.

Come sottolinea 9to5Google, Google TV è come una nuova versione di Android TV. Il servizio si basa sulla versione 10 ma dovrebbe aiutare ad armonizzare l’esperienza televisiva e quindi sarà utilizzato dai futuri dispositivi e accessori ma anche dai partner che realizzano televisori.

Dal 2021, Google TV dovrebbe quindi essere integrato nei decoder, nelle chiavette HDMI e nei televisori “Smart TV”. Il piano d’azione prevede infine che entro il 2022 la sostituzione di Android TV con Google TV sarà completata anche sugli attuali dispositivi.

Per ora Nvidia, Xiaomi e TCL non hanno ancora indicato quali siano i loro piani ma Google ha chiarito che Sony sarà tra le prime ad adottare Google TV sui suoi nuovi televisori.

Cosa cambia

Google TV offre alcune nuove interessanti funzionalità in termini di interfaccia e funzionalità. La piattaforma beneficia di una schermata iniziale completamente ridisegnata che include applicazioni e contenuti consigliati, ma anche YouTube TV, nonché posizioni di contenuti sponsorizzati, come quello che si trova attualmente con la linea “highlight” di Android TV. Google TV offre anche una nuova modalità “Solo app” che consente di visualizzare sullo schermo solo una barra minimalista delle applicazioni utilizzate di recente. 

Come promemoria, il nuovo Chromecast, che è il primo dispositivo di Google a incorporare Google TV, è disponibile per il preordine al prezzo di 69,99 euro in Italia.

L’articolo Android TV scomparirà per fare posto a Google TV sembra essere il primo su Cellulare Magazine.